"Id","Numero","Nome","Altre denominazioni","Cavità collegate","Regione","Provincia","Comune","Località","Indirizzo","Anno di costruzione","Epoca","Tipologie","Categoria","geologicalformation","age","Sviluppo reale","Sviluppo planimetrico","Estensione","Dislivello positivo","Dislivello negativo","Dislivello totale","Tipo di coordinate","Latitudine","Longitudine","Tipo coordinate originali","Quota altimetrica","Quota cartografica","Quota GPS","Denominazione carta","Edizione carta","Valutazione dato","Cavità archeologica","marine","lake","Inquinamento","Cavità chiusa","Note di accesso alla cavità","Cavità distrutta","Posizione verificata sul campo da","Data ultima verifica sul campo","Idrologia","Andamento","practicability","Gruppi speleo","Cronologia catastale","Note","Descrizione","Itinerario","wells","Storia","Livello di visibilità dei dati","Inserito","Inserita da","Aggiornata da","Ultima modifica","Note relative a questa versione della scheda","Immagine ingresso","Autori immagine ingresso","Limita la visualizzazione del contenuto a questi gruppi","Limita la modifica del contenuto a questi gruppi","Recorddeleted","Primo censitore","Nazione","Fauna","meteorology","Latitudine","Longitudine","Coordnatesupdated","typology2","Licenza immagine ingresso","cadastre","Materiale delle pareti","extraction","Pericolosità","Note dei pericoli","Materiali estratti","Foglio","Particella","Subalterno","Litologia ingresso","Volume","Note alle tipologie","Stato di conservazione","Staticità","Grotte collegate","current use","internal walls","Grado di inquinamento","Tipo di inquinante","Grado di artificialità","Note del grado di artificialità","Note del tipo di inquinante","Concrezionamenti","Note dei concrezionamenti","frequency","Frequenza del pericolo individuato","Praticabilità interna","Murature interne","Utilizzazione attuale","Area speleo urbana" "405","CAPI217","MINIERA DI CROSA","","","PIEMONTE","CN","SAMPEYRE","","","","f","E2","SCAVATA","","","","","","","","","UTM WGS84 32T","4940737","356229","","","","1800","","","GPS","","","","","N","","","Michelangelo Chesta","2015-05-17 00:00:00","","ORIZZONTALE","","3","","","L'ampio portale immette in una sala allungata, cui segue una galleria di modeste dimensioni a tratti fiancheggiata da muretti di materiale di scarto, e con occasionali travature di sostegno. Un tratto parzialmente crollato ci ha fatti desistere per il momento dall'esplorazione del tratto successivo di galleria, che dovrebbe comunque essere collegato a un paio di aperture superiori in cattive condizioni, ma con le quali si innesca la circolazione di una forte corrente d'aria.","Risalire la Valle Varaita fino a Sampeyre, e all'ingresso del paese prendere la strada sulla destra diretta verso il centro dell'abitato. Poco prima di arrivare al ponte si stacca sulla destra la strada per Becetto che si segue fino a questa borgata. Si prosegue ancora lungo la strada asfaltata che con alcuni tornanti sale alle borgate superiori. Al termine dell'ultimo tornante, sulla sommità del costone si prende a sinistra la sterrata chiusa al traffico che, seguendo inizialmente il costone e poi guadagnando quota sul suo fianco sinistro con alcuni tornanti, va a terminare presso un alpeggio. Si prosegue ora sul sentiero che attraversa il gias e prosegue poi nel bosco in leggera salita fino al solco del rio Crosa. Da segnalare che l'attraversamento del rio, abbastanza incassato in questo punto, avviene fino a stagione inoltrata su una copertura nevosa da affrontare con la dovuta attenzione, specie in presenza di sfondamenti. Oltre il rio il sentiero, a tratti appena accennato, alterna tratti di salita ad altri orizzontali attraverso il bosco. Infine si raggiunge un ampio valloncello prativo. Appena prima del rio si scende a sinistra per poche decine di metri e, transitando accanto ad un paio di aperture percorse da una vivace corrente d'aria e sicuramente connesse alla miniera, si raggiunge l'ampio portale della stessa, a pochi metri di distanza dal rio.","","La coltivazione della miniera è documentata dalla metà del '700, ma è probabile che sia iniziata già dal '600 o prima ancora. Essa proseguì poi in maniera piuttosto discontinua fino agli inizi del '900 quando fu definitivamente abbandonata. Stando alle notizie furono scavate parecchie gallerie, quasi tutte attualmente franate.","","2021-07-07 11:23:35","michelangelochesta","michelangelochesta","2023-12-06 16:11:42","","Miniera Crosa-ingresso.jpg","Michelangelo Chesta","","","","","","","","44.6056128","7.1882395","2021-07-07 11:25:31","","CC BY-SA 4.0","","","","collapses/landslide","","Ferro","","","","","","","mediocre","mediocre","","","","","","100% circa","","","absent","","","","","","Abbandonata ","" "175","CAPI7054","MINIERA DELLE ROCCE DI RASTELLI","","","PIEMONTE","CN","SAMPEYRE","Rocce Rastelli","","","f","E2","SCAVATA","","","16","","","","0","0","UTM WGS84 32T","4941568","353143","","","","2150","","","GPS Garmin","","","","","","","","Michelangelo Chesta","2005-07-03 00:00:00","water","ORIZZONTALE","FACILE","","","","E' formata da una galleria orizzontale, con una pozza d'acqua in fondo, in ottime condizioni di conservazione grazie alla qualità della roccia.","","","Non sappiamo nulla di preciso su questa miniera, ma accenni rinvenuti in bibliografia sul fatto che fosse nota la presenza del rame in quella zona ci possono far ipotizzare che sia stata coltivata nell'800. Risulta sicuramente precedente alle ricerche sull'amianto nella zona fra Sampeyre e Casteldelfino e che avevano individuato la presenza dell'amianto anche in quest'area, senza che però seguissero degli scavi. La presenza del rame è ben evidente già intorno all'ingresso, ma nella galleria sono anche ben visibili i caratteristici ciuffi dell'amianto.","0","","","michelangelochesta","2023-06-06 19:29:31","","7054-ingresso_L.jpg","Enrico Lana","","w_artificials","","","ITA","","","44.6124666","7.1491331","2020-11-20 05:50:27","","CC BY-SA 4.0","","","","","","Rame","","","","","","","excellent","excellent","","","","","","100% circa","","","","","","","","","Abbandono","" "174","CAPI7053","GALLERIA DELLA MINIERA D'AURIOL","","","PIEMONTE","CN","SAMPEYRE","Miniera d’Auriol","","1958","g","E3","SCAVATA","","","63","","","","1","1","UTM WGS84 32T","4938704","350650","","","","1250","","","GPS Garmin","","","","","N","","","Michelangelo Chesta","2005-06-05 00:00:00","","ORIZZONTALE","FACILE","3","","","Si tratta di una unica galleria orizzontale, con un po' d'acqua nel tratto iniziale, che si sdoppia poco prima del fondo.","","","La storia delle miniere d'amianto della Val varaita si svolge fra il 1955 e il 1972, quando i risultati sempre più scarsi e una legislazione sempre più severa pongono di fatto fine ai lavori, anche se alcune concessioni vengono prorogate ancora per diversi anni. Si nota anche un'accesa competizione fra diverse società, che tentano a volte di entrare nei permessi altrui accampando l'intenzione di fare ricerca di altri minerali spesso nemmeno presenti in zona. Da qui i frequenti ricorsi alle carte bollate. La galleria della miniera d'Auriol viene iniziata assieme ad un'altra poco distante nel 1858 sul piazzale ai piedi della miniera a cielo aperto, allo scopo di saggiare in profondità la montagna. La zona faceva parte del permesso Villar, più tardi trasformato in concessione, della società ""Mineraria Valle Varaita"".","0","","","michelangelochesta","2023-06-06 19:18:30","","7053-ingresso_L.jpg","Enrico Lana","","w_artificials","","","ITA","Pimoa delphinica Mammola, Hormiga & Isaia, 2016","","44.5861838","7.1185622","2020-11-20 05:32:14","","CC BY-SA 4.0","","","","","","Amianto","","","","","","","good","","","","","","","100% circa","","","","","","","","","Abbandono","" "173","CAPI7052","MINIERA 2 DI GRANGE COSTANZA","","","PIEMONTE","CN","SAMPEYRE","Grange Costanza","","1959","g","E3","SCAVATA","","","10","","","","1","1","UTM WGS84 32T","4940110","352793","","","","1825","","","GPS Garmin","","","","","N","","","Michelangelo Chesta","2005-06-05 00:00:00","","ORIZZONTALE","","3","","","Modesto assaggio di pochi metri.","","","La storia delle miniere d'amianto della Val varaita si svolge fra il 1955 e il 1972, quando i risultati sempre più scarsi e una legislazione sempre più severa pongono di fatto fine ai lavori, anche se alcune concessioni vengono prorogate ancora per diversi anni. Si nota anche un'accesa competizione fra diverse società, che tentano a volte di entrare nei permessi altrui accampando l'intenzione di fare ricerca di altri minerali spesso nemmeno presenti in zona. Da qui i frequenti ricorsi alle carte bollate. Questa breve miniera di assaggio viene scavata nel 1859 a seguito di un accurato rilevamento geologico su tutto il settore dei permessi di ricerca aperti all'epoca. La zona faceva parte del permesso Fons Murà, che dall'inizio del 1958 era stato rilevato dalla Amiantifera di Balangero.","0","","","michelangelochesta","2023-06-06 19:14:00","","DSC08538.JPG","Enrico Lana","","w_artificials","","","ITA","","","44.5992762","7.1451419","2020-11-20 05:07:30","","CC BY-SA 4.0","","","","","","Amianto","","","","","","","","","","","","","","100% circa","","","","","","","","","Abbandono","" "172","CAPI7051","MINIERA 1 DI GRANGE COSTANZA","","","PIEMONTE","CN","SAMPEYRE","Grange Costanza","","1958","g","E3","SCAVATA","","","33","","","","0","0","UTM WGS84 32T","4940239","352672","","","","1860","","","GPS Garmin","","","","","","","","Michelangelo Chesta","2005-06-05 00:00:00","","ORIZZONTALE","FACILE","3","","","Si tratta di un'unica galleria orizzontale e rettilinea.","","","La storia delle miniere d'amianto della Val varaita si svolge fra il 1955 e il 1972, quando i risultati sempre più scarsi e una legislazione sempre più severa pongono di fatto fine ai lavori, anche se alcune concessioni vengono prorogate ancora per diversi anni. Si nota anche un'accesa competizione fra diverse società, che tentano a volte di entrare nei permessi altrui accampando l'intenzione di fare ricerca di altri minerali spesso nemmeno presenti in zona. Da qui i frequenti ricorsi alle carte bollate. La prima miniera di Grange Costanza viene iniziata nel 1858 a seguito di un accurato rilevamento geologico su tutto il settore dei permessi di ricerca aperti all'epoca. Lo scavo prosegue per pochi anni, con risultati inferiori alle aspettative. La zona faceva parte del permesso Fons Murà, che dall'inizio del 1958 era stato rilevato dalla Amiantifera di Balangero.","","","","michelangelochesta","2023-06-06 19:11:03","","7051-ingresso_M.jpg","Michelangelo Chesta","","w_artificials","","","ITA","","","44.6004122","7.1435811","2020-11-20 04:58:19","","CC BY-SA 4.0","","","","","","Amianto","","","","","","","good","","","","","","","100% circa","","","","","","","","","Abbandono","" "171","CAPI7050","MINIERA DI CROCE D’ALIE","","","PIEMONTE","CN","SAMPEYRE","Croce d’Alie","","1958","g","E3","","","","55","","","","0","0","UTM WGS84 32T","4939386","351510","","","","1610","","","GPS Garmin","","","","","N","La visita non presenta grossi problemi ma sono consigliati gli stivali per la presenza di ampie pozze lungo la galleria.","","Michelangelo Chesta","2005-06-05 00:00:00","water","ORIZZONTALE","FACILE","3","","","Si tratta di un'unica galleria orizzontale con acqua abbondante sul pavimento nella quale si vedono ancora, per un tratto, i vecchi binari.","","","La storia delle miniere d'amianto della Val varaita si svolge fra il 1955 e il 1972, quando i risultati sempre più scarsi e una legislazione sempre più severa pongono di fatto fine ai lavori, anche se alcune concessioni vengono prorogate ancora per diversi anni. Si nota anche un'accesa competizione fra diverse società, che tentano a volte di entrare nei permessi altrui accampando l'intenzione di fare ricerca di altri minerali spesso nemmeno presenti in zona. Da qui i frequenti ricorsi alle carte bollate. La miniera di Croce d'Alie viene iniziata nel 1858 a seguito di un accurato rilevamento geologico su tutto il settore dei permessi di ricerca aperti all'epoca. Lo scavo prosegue per pochi anni, senza grossi risultati. La zona faceva parte del permesso Pusterle, che dall'inizio del 1958 era passato alla Amiantifera di Balangero. ","0","","","michelangelochesta","2023-06-06 19:07:14","","7050-ingresso_L.jpg","Enrico Lana","","w_artificials","","","ITA","","","44.5924982","7.1291934","2020-11-20 04:40:04","","CC BY-SA 4.0","","","","","","Amianto","","","","","","","good","","","","","","","100% circa","","","","","","","","","Abbandono",""