"Id","Numero","Limita la visualizzazione del contenuto a questi gruppi","Nome","Altre denominazioni","Grotte collegate","Primo censitore","Regione","Provincia","Comune","Località","Monte","Valle","Area di interesse speleologico","geologicalformation","Sviluppo reale","Sviluppo planimetrico","Estensione","Dislivello positivo","Dislivello negativo","Dislivello totale","Tipo di coordinate","Latitudine","Longitudine","Tipo coordinate originali","Quota altimetrica","Quota cartografica","Quota GPS","Denominazione carta","Edizione carta","Valutazione dato","Cavità archeologica","Cavità marina","Cavità marina/lacustre","Inquinamento","Cavità chiusa","Note di accesso alla cavità","Cavità distrutta","Posizione verificata sul campo da","Data ultima verifica sul campo","Idrologia","Andamento","Praticabilità interna","Gruppi speleo","Cronologia catastale","Note","Descrizione","Itinerario di accesso","Sequenza pozzi","Fauna","Meteorologia","Litologia ingresso","Storia","hidden","Note relative a questa versione della scheda","Foto ingresso","Autore foto","Autori testi descrizione","Autori testi Itinerario","Autori testi Fauna","Autori testi Storia","Data importazione","Utente che ha inserito i dati","Utente che ha aggiornato i dati","Ultima modifica dei dati","Limita la modifica del contenuto a questi gruppi","Dati pre-importazione","Latitudine","Longitudine","Coordnatesupdated","Recorddeleted","Nazione","Alias","lithology","Grotta turistica","Licenza foto ingresso","Cavità artificiali collegate","Attenzione","Sistema carsico","Complesso carsico" "1782","PI2532","","Balma delle Streghe","BOCC D'LA BUSA GRANDA","","","PIEMONTE","VC","VARALLO","","VENTOLARO","SABBIOLA","MASSERA","","35","","","","18","18","UTM WGS84 32T","5080286","442294","UTM ED50","1176","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","La cavità è impostata su una frattura orientata SW - NE. Come si presentasse e se fosse percorribile in origine è, oggi, impossibile da determinare. Certo è che presenta numerosi segni d'ampliamento. Sulle pareti sono rintracciabili tracce di grafite, oggetto dell'attenzione estrattiva. All'esterno, anche il breve tratto che collega l'ingresso con il canalone, pare abbia subito aggiustamenti antropici, con la creazione di un passaggio agevole. Verso W, sul costolone roccioso parallelo al canalone e spostato di una cinquantina di metri da questo, è ancora individuabile un modesto cono detritico costituito da clasti di dimensioni modeste. La roccia incassante è costituita da gneiss biotitico-sillimanitici (Bertolani-1974). (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","Da Varallo verso Sabbia e Fobello, lungo la valle del Mastallone. Superato Bocciolaro, a destra, si risale la Val Sabbiola verso Erbareti, per circa quattro chilometri. Poco prima della fine della strada a destra, in un punto in cui questa costeggia il torrente, vi è un ponticello da cui inizia la mulattiera, per Massera e Salare. Attraversata Massera il sentiero s'inerpica ripido (non molto evidente all'inizio) fino a raggiungere il torrente che scorre a N della frazione. Nel punto d'attraversamento è evidente una presa d'acqua del locale acquedotto. Risalendo il canalone torrentizio tenendosi sulla destra alla prima confluenza, si raggiunge in breve l'ingresso della ""Busa Pitta"" e, proseguendo per un altro centinaio di metri lungo la linea di massima pendenza, leggermente decentrato verso N ed in corrispondenza di un potente affioramento roccioso, si apre l'ingresso della ""Busa Granda"". (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","","","","Gneiss","","","","","","","","","","2020-06-03 11:16:19","","davide","2022-12-10 14:36:03","w_caves","Numero:2532;Nome:Balma delle Streghe;Altra denominazione:Busa Granda;Regione:Piemonte;Provincia:VC;Comune:Varallo;Area carsica:Rocca Massiola - Sambughetto;Latitudine:442294;Longitudine:5080286;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):1176;Sviluppo reale (m):35;Dislivello negativo (m):18;Dislivello totale (m):18;Note_:N.C.;","45.8737213","8.2564447","2020-06-17 11:05:38","","ITA","","","","","","","","" "1767","PI2517","","Bocc d'la Busa Pitta","","","","PIEMONTE","VC","VARALLO","","","","MASSERA","","32","","","","1","1","UTM WGS84 32T","5080258","442221","UTM ED50","1120","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","L'ingresso, basso e largo, immette in una successione di due salette con il pavimento coperto da sassi e in parete da argilla. Al secondo ambiente fa seguito un basso, malagevole cunicolo sassoso di sette metri, che sfocia in una terza sala che sulla destra ha una bella marmitta, piena d'acqua. La grotta torna poi verso nord fino ad un ultimo ambiente con un'altra pozza allagata che coincide con l'inizio del breve corridoio che si dirige sotto la terza sala. Uno stretto, limpidissimo sifone segna il termine della cavità. Lo sviluppo indicato da Moscardini è di 52 metri, ma il ramo principale è considerevolmente più corto, sia secondo il suo rilievo (circa 30 metri) che secondo il nostro (29 metri). Al ramo principale sono poi da aggiungere due brevi cunicoli, presto impraticabili, che si aprono nella prime e nella seconda saletta. La grotta è chiaramente una risorgenza: come già detto, dall'ingresso ha origine un ripido torrente, mentre a monte vi è solo un valloncello boscoso col suolo coperto da terriccio e foglie. La morfologia interna è tipicamente quella di una cavità scavata in regime freatico: le pareti sono di roccia bianca e levigata su cui spiccano, con bell'effetto, le concentrazioni scure dei silicati. Al momento il problema principale è l'individuazione del bacino d'assorbimento. (tratto da: Labirinti n.6; testo: M. Ricci)","Da Varallo verso Fobello; subito dopo Bocciolaro si prende per Sabbia. Prima del paese, in corrispondenza di un marcato tornante, si stacca a destra una stradina che si segue fin quasi alla fine. Poco prima, ancora sulla destra, vi è un ponticello da cui inizia un viottolo che in breve porta a Massera. A monte della frazione vi è un ripido prato che si risale puntando ad una baita ben visibile. Dietro alla baita si trova un comodo sentiero che si segue verso sinistra per alcune centinaia di metri, fino ad incontrare un torrente. Si risale quest'ultimo e ad una biforcazione, si tiene il ramo di destra (sinistra idrografica) che nasce proprio dalla grotta (un'ora dalla strada). (tratto da: Labirinti n.6; testo: M. Ricci) ","","Meta menardi (Latreille, 1804)|Metellina merianae (Scopoli, 1763)|Troglohyphantes lucifuga Simon, 1884","","Marmi","","","","","","","","Enrico Lana","","2020-06-03 11:16:19","","davide","2022-12-10 14:35:55","w_caves","Numero:2517;Nome:Bocc d'la Busa Pitta;Regione:Piemonte;Provincia:VC;Comune:Varallo;Area carsica:Rocca Massiola - Sambughetto;Latitudine:442221;Longitudine:5080258;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):1120;Sviluppo reale (m):32;Dislivello negativo (m):1;Dislivello totale (m):1;Note_:N.C.;","45.8734632","8.2555075","2020-06-17 11:05:37","","ITA","","","","","","","","" "1919","PI2669","","Buco del Putto","2663 (EX)","","","PIEMONTE","VC","VARALLO","","VENTOLARO","SABBIOLA","MASSERA","","14","","","","2","2","UTM WGS84 32T","5080620","442188","UTM ED50","1180","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","La cavità si apre lungo un solco torrentizio asciutto, al momento del rilievo. Si tratta di una bassa e stretta cavità, più simile ad una frattura che ad una grotta. Il pavimento è terroso e l'andamento si presenta leggermente discendente. La roccia incontrata è scistosa (Balestrieri 1993-1994) Il sedimento del pavimento, costituito da argilla fine, riduce gradatamente lo spazio libero fino a rendere inagibile la progressione. E' probabile che, nei momenti di forte piovosità, la cavità sia percorsa da un torrentello. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","Da Varallo verso Sabbia e Fobello, lungo la valle del Mastallone. Superato Bocciolaro, a destra, si risale la Val Sabbiala verso Erbareti, per circa quattro chilometri. Poco prima della fine della strada a destra, in un punto in cui questa costeggia il torrente, vi è un ponticello da cui inizia la mulattiera, (cartelli indicatori) per Massera e Salare. Attraversata Massera il sentiero s'inerpica ripido (non molto evidente all'inizio) fino a raggiungere il torrente che scorre a N della frazione. Nel punto d'attraversamento è evidente una presa d'acqua del locale acquedotto. Procedendo sul sentiero, si raggiunge un gruppetto di baite (Alpe Casarole). Oui il sentiero si sdoppia, verso NE risale verso l'Alpe le Piane, verso W raggiunge invece un solco torrentizio che, risalito per un tratto abbastanza lungo (circa 400 m), porta direttamente all'ingresso del ""Buco del Putto"", posto poco a monte di una confluenza. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","","","","Marmi","","","","","","","","","","2020-06-03 11:16:23","","davide","2022-12-10 14:35:47","w_caves","Numero:2669;Nome:Buco del Putto;Altra denominazione:2663 (EX);Regione:Piemonte;Provincia:VC;Comune:Varallo;Area carsica:Rocca Massiola - Sambughetto;Latitudine:442188;Longitudine:5080620;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):1180;Sviluppo reale (m):14;Dislivello negativo (m):2;Dislivello totale (m):2;Note_:N.C.;","45.8767183","8.2550388","2020-06-17 11:05:43","","ITA","","","","","","","",""