"Id","Numero","Limita la visualizzazione del contenuto a questi gruppi","Nome","Altre denominazioni","Grotte collegate","Primo censitore","Regione","Provincia","Comune","Località","Monte","Valle","Area di interesse speleologico","geologicalformation","Sviluppo reale","Sviluppo planimetrico","Estensione","Dislivello positivo","Dislivello negativo","Dislivello totale","Tipo di coordinate","Latitudine","Longitudine","Tipo coordinate originali","Quota altimetrica","Quota cartografica","Quota GPS","Denominazione carta","Edizione carta","Valutazione dato","Cavità archeologica","Cavità marina","Cavità marina/lacustre","Inquinamento","Cavità chiusa","Note di accesso alla cavità","Cavità distrutta","Posizione verificata sul campo da","Data ultima verifica sul campo","Idrologia","Andamento","Praticabilità interna","Gruppi speleo","Cronologia catastale","Note","Descrizione","Itinerario di accesso","Sequenza pozzi","Fauna","Meteorologia","Litologia ingresso","Storia","hidden","Note relative a questa versione della scheda","Foto ingresso","Autore foto","Autori testi descrizione","Autori testi Itinerario","Autori testi Fauna","Autori testi Storia","Data importazione","Utente che ha inserito i dati","Utente che ha aggiornato i dati","Ultima modifica dei dati","Limita la modifica del contenuto a questi gruppi","Dati pre-importazione","Latitudine","Longitudine","Coordnatesupdated","Recorddeleted","Nazione","Alias","lithology","Grotta turistica","Licenza foto ingresso","Cavità artificiali collegate","Attenzione","Sistema carsico","Complesso carsico" "797","PI869","","Abisso Dolly","","","","PIEMONTE","CN","FRABOSA SOTTANA","","","MAUDAGNA","MONDOLE","","1400","","","","275","275","UTM WGS84 32T","4898626","401096","","1775","","","","","","","","","","","","","Davide Barberis","2023-06-25 00:00:00","","","","1","","","La grotta è un abisso verticale a pozzi, fino alla profondità di 160 m e prosegue in un sistema di gallerie, il Ramo dei Berseck, che comprende anche il Meandro di Mimicha e quello di Sinhue. I rami sono percorsi da due torrenti. Il ramo dei Berseck, che si approfondisce fino a -275 m, si dirige verso sud, cioè verso l’interno del Mondolé. Il ramo di Sinhue, che arriva a -235 m, si imposta su fratture orientate a nord e poi ad ovest. L’acqua che lo percorre è stata colorata ed il colorante è fuoriuscito dopo 18 ore ad Artesina, dove ha colorato il torrente Maudagna. La profondità massima è quella del Ramo dei Berseck, che fa della cavità uno degli abissi più profondi del basso Monregalese. (tratto da: Atlante delle aree carsiche piemontesi - Volume 2 (2010)","La grotta è ubicata in alta Val Maudagna, alcune centinaia di metri di dislivello a monte del centro sciistico di Artesina. L’angusto ingresso è situato sui versanti nord orientali del Mondolé, lungo la dorsale, diretta NW-SE, che da Sella Balma scende a Sella Pogliola. Per raggiungerla si parte dalla stazione sciistica di Prato Nevoso per dirigersi al rifugio Balma. Si procede quindi lungo la carrareccia, deviando al primo bivio sulla destra, lungo una strada dissestata, che porta nella conca di Sella Balma, da cui si segue il tracciato che conduce a Sella Pogliola. È possibile raggiungere la dorsale anche salendo il pendio dalla stazione sciistica di Artesina. (tratto da: Atlante delle aree carsiche piemontesi - Volume 2 (2010)","","","suck_during_heat","Calcari","Cavità esplorata dal GSP negli anni '80, attualmente è in corso la rivisitazione dei vari rami da parte di SCT e Martel.","","","Dolly_ingr.png","Davide Barberis","","","","Davide Barberis","2020-06-03 11:15:49","","davide","2023-10-16 18:50:00","w_caves","Numero:869;Nome:Abisso Dolly;Regione:Piemonte;Provincia:CN;Comune:Frabosa Soprana;Area carsica:Mondolé;Sistema carsico:Artesina;Latitudine:401108;Longitudine:4898563;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):1775;Sviluppo reale (m):1400;Dislivello negativo (m):275;Dislivello totale (m):275;Note_:N.C.;","44.2341532","7.7615064","2023-06-25 21:34:03","","ITA","","","","CC BY-SA 4.0","","","ARTESINA","" "3115","PI1946","","Grotta del Polystichum","","","","PIEMONTE","CN","FRABOSA SOTTANA","","","MAUDAGNA","MONDOLE","","28","22","","","13","13","UTM WGS84 32T","4898811","401588","","1855","","","","","","","","","","","","","Davide Barberis","2023-06-25 00:00:00","","","","","","","Cavità in discesa prettamente tettonica. Nella saletta finale si incontrano morfologie carsiche, ma il fondo è totalmente ingombro di massi di varie dimensioni. La maggior parte dell'aria finisce in una frattura strettissima con segni di disostruzione.","","","","suck_during_heat","Calcari","","","","polystichum_ingr.png","Davide Barberis","Davide Barberis","","","","2023-06-26 19:02:48","davide","davide","2023-06-26 19:57:22","","","44.235885","7.7676311","2023-06-26 19:05:29","","","","","","CC BY-SA 4.0","","","ARTESINA","" "2117","PI3037","","Buco dello Skilift","","","","PIEMONTE","CN","FRABOSA SOTTANA","","","MAUDAGNA","MONDOLE","","500","","","","165","165","UTM WGS84 32T","4898814","400854","","1690","","","","","","","","","","","","","Davide Barberis","2023-06-25 00:00:00","","","","","","","La grotta è un abisso verticale, ma non ha grandi sistemi di pozzi. L’ingresso è un lungo meandro negli scisti, concrezionato e dalle chiare morfologie vadose; immette in un grande livello di gallerie che conduce ad un vasto e complesso salone di crollo, dalla struttura molto simile ai saloni di Piaggia Bella. L’ambiente è in forte pendenza e punta all’esterno andando a monte, mentre verso valle immette in due rami verticali, entrambi attivi, che conducono verso due fondi. La risorgenza del sistema, seppure non confermata da prove dirette, dovrebbe essere in corrispondenza della partenza della seggiovia Artesina-Sella Pogliola, ad una quota intorno ai 1500 m di quota. L’abisso si comporta da ingresso alto e in inverno l’aria che fuoriesce forma il classico buco nella neve. La cavità si presenta come una antica perdita, ancora riattivabile in caso di eventi meteorici eccezionali, del rio delle Scalette, corso d’acqua che attualmente corre ad alcune decine di metri dall’ingresso. (tratto da: Atlante delle aree carsiche piemontesi - Volume 2 (2010)","La grotta è ubicata in alta Val Maudagna, alcune centinaia di metri di dislivello a monte del centro sciistico di Artesina, sul versante settentrionale del Mondolé. L’ingresso, costituito da un pozzetto che immette in un meandro, è posizionato sulla dorsale, diretta NW-SE che collega Sella Pogliola a Sella Balma. Per raggiungere l’ingresso conviene partire dalla stazione sciistica di Prato Nevoso e quindi dirigersi al rifugio Balma. Dal rifugio si procede lungo la carrareccia, deviando al primo bivio sulla destra, lungo una strada dissestata che conduce alla conca di Sella Balma. Di qui si segue poi il sentiero che conduce a Sella Pogliola. La medesima dorsale si raggiunge salendo il pendio dalla stazione sciistica di Artesina. (tratto da: Atlante delle aree carsiche piemontesi - Volume 2 (2010)","","","suck_during_heat","Calcari","","","","Skilift_ingr.png","Davide Barberis","","","","","2020-06-03 11:16:28","","davide","2023-06-25 22:24:29","w_caves","Numero:3037;Nome:Buco dello Skilift;Regione:Piemonte;Provincia:CN;Comune:Frabosa Sottana;Latitudine:400922;Longitudine:4898899;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):1720;Sviluppo reale (m):500;Dislivello negativo (m):165;Dislivello totale (m):165;Note_:N.C.;","44.2358125","7.7584412","2023-06-25 21:40:14","","ITA","","","","CC BY-SA 4.0","","","ARTESINA","" "2714","PI98","","Pozzo Totigno","","","","PIEMONTE","CN","FRABOSA SOTTANA","","","MAUDAGNA","MONDOLE","","","","","","40","40","UTM WGS84 32T","4898377","401810","","1820","","","","","","","","","","","","","Davide Barberis","2023-06-25 00:00:00","","","","1","","","","","","","blow_during_heat","Calcari","","","","Totigno_ingr.png","Davide Barberis","","","","","2020-05-15 18:42:05","","davide","2023-06-25 22:23:57","w_caves","Numero:60070;Nome:Pozzo Totigno;Regione:Piemonte;Provincia:CN;Comune:Frabosa Sottana;Toponimo locale:?;","44.2320085","7.7704919","2023-06-25 21:44:00","","","","","","CC BY-SA 4.0","","IN GROTTE N. 116 È ERRONEAMENTE INDICATO CON NUMERO CATASTALE 3110","ARTESINA","" "2254","PI3174","","Pozzo V-10 A","","","","PIEMONTE","CN","FRABOSA SOTTANA","","","MAUDAGNA","MONDOLE","","11","","","","11","11","UTM WGS84 32T","4898578","401658","UTM ED50","1895","","","","","","","","","","","","","Davide Barberis","2023-06-25 00:00:00","","","","1","","","","","","","none","Calcari","","","","PI3174-Pozzo-V-10-A.jpg","Paolo Lombardi","","","","","2020-06-03 11:16:32","","davide","2023-06-25 21:51:47","w_caves","Numero:3174;Nome:Pozzo V-10 A;Regione:Piemonte;Provincia:CN;Comune:Roccaforte Mondovì;Area carsica:Mondolé;Latitudine:401668;Longitudine:4898603;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):1855;Sviluppo reale (m):11;Dislivello negativo (m):11;Dislivello totale (m):11;Note_:N C;","44.2337972","7.7685513","2023-06-25 21:51:55","","ITA","","","","CC BY-NC-SA 4.0","","IN GROTTE N. 116 È ERRONEAMENTE INDICATO CON NUMERO CATASTALE 3112","ARTESINA","" "2252","PI3172","","Abisso Porker","GARBO DU BEDUN DA E CUATRU CORNE","","","PIEMONTE","CN","FRABOSA SOTTANA","","","MAUDAGNA","MONDOLE","","160","","","","140","140","UTM WGS84 32T","4898763","401760","","","","1873","","","","","","","","","","","Davide Barberis","2023-06-25 00:00:00","","","","","","","La cavità si apre con un primo saltino di 15 m per scendere su uno stretto mandrino percorribile in due direzioni: verso sud pochi metri conducono ad una saletta con una scritta in nerofumo; verso nord invece una breve condottina, con forte aria, oltrepassa un’instabile frana, ora precariamente consolidata da ingegnosi puntelli di acciaio appositamente realizzati. Da qui una risalita di 3 m porta finalmente ad un ambiente più vasto chiamato dai primi esploratori la Sala delle 36 Canne (dimensioni 10 x 5 m). L’ambiente, decisamente di crollo, si dirama in numerosi piccoli anfratti e grossi blocchi di frana, nella quale è possibile individuare oltre una breve strettoia, il salto successivo di 8 m la cui base si trova alla profondità di -30 m dall’ingresso. Da qui la cavità perde quota con un meandro poco inclinato, il quale raccoglie anche le acque di un modesto torrentello (0,1 l/s), per sopraggiungere dopo circa 20 m sull’orlo di un ulteriore pozzetto di 13 m e di ragionevoli dimensioni (diametro circa 5 m). Dalla partenza del P13 è possibile con un aereo traversino entrare in uno stretto cunicolo e scendere un parallelo pozzetto anch’esso di 15 m (Pozzo dell’Eclissi) occluso alla base, oppure scendere direttamente il P13 per seguire la via del fondo. Ora la grotta sembra cominciare a svelare i suoi segreti, precipitando con un pozzo da 38 m per stringere su una fessura molto ventilata, di difficile disostruzione. A circa metà pozzo però una provvidenziale finestra adduce ad un pozzo-camino parallelo al P38, evidentemente controllato dalla stessa debolezza tettonica. Oltrepassata una fessura sul pavimento, la cavità prosegue verso il fondo con le morfologie decisamente tettoniche del Pozzo Agorafobia, una frattura verticale, di larghezza decimetrica, che precipita sino alla profondità di circa -147 m. Un pavimento di lame intasa il fondo decisamente tettonico, senza però impedire all’aria di transitare liberamente per la cavità. Nonostante l’ingresso sia ad oggi occluso da massi, il fondo presenta forti circolazioni d’aria e sarebbe da rivedere bene. Pericolosa frana a -15 m. (tratto da: Atlante delle aree carsiche piemontesi - Volume 2 (2010)","La grotta è ubicata circa 500m a NW della Cappella della Balma a ridosso di Costa Losera, in corrispondenza di una depressione. (tratto da: Atlante delle aree carsiche piemontesi - Volume 2 (2010)","","","suck_during_heat","Calcari","Il nome nasce da quanto si narra che gli esploratori abbiano visto prima di entrare nella cavità: un caprone dalle quattro corna. L’ingresso, posto sul versante sud-est di Costa Losera, era già noto ai torinesi (GSP) con il nome di Abisso Porker (inserito a catasto) i quali ne scesero il primo pozzetto di circa 15 m sino ad una ventosa, ma pericolosa frana di massi. Nel 1998 alcuni liguri (GSS e GSA) scavano tra i blocchi guadagnando così la prosecuzione verso l’attuale fondo. Ad oggi l’ingresso risulta però ostruito da grosse pietre, probabilmente per opera di pastori locali. La grotta si sviluppa prevalentemente nella serie giurassica del Malm. Anche se non è stato possibile effettuare verifiche idrologiche con traccianti, è ragionevole correlare la cavità al Sistema di Costa Losera-Abisso Dolly-Artesina (distanza circa 1,5 km, dislivello 400 m). (tratto da: Atlante delle aree carsiche piemontesi - Volume 2 (2010)","","","Porker_ingresso.jpg","Paolo Lombardi","","","","","2020-06-03 11:16:32","","davide","2023-06-25 21:47:33","w_caves","Numero:3172;Nome:Abisso Porker;Altra denominazione:Garbo du Bedun da e Cuatru Corne;Regione:Piemonte;Provincia:CN;Comune:Frabosa Sottana;Toponimo locale: ;Area carsica:Mondolé;Latitudine:401690;Longitudine:4898567;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):1890;Sviluppo reale (m):160;Dislivello negativo (m):140;Dislivello totale (m):140;Note_:Calcare;","44.2354762","7.7697935","2023-06-25 21:47:41","","ITA","","","","CC BY-SA 4.0","","IN GROTTE N. 116 È ERRONEAMENTE INDICATO CON NUMERO CATASTALE 3109","ARTESINA",""