"Id","Numero","Limita la visualizzazione del contenuto a questi gruppi","Nome","Altre denominazioni","Grotte collegate","Primo censitore","Regione","Provincia","Comune","Località","Monte","Valle","Area di interesse speleologico","geologicalformation","Sviluppo reale","Sviluppo planimetrico","Estensione","Dislivello positivo","Dislivello negativo","Dislivello totale","Tipo di coordinate","Latitudine","Longitudine","Tipo coordinate originali","Quota altimetrica","Quota cartografica","Quota GPS","Denominazione carta","Edizione carta","Valutazione dato","Cavità archeologica","Cavità marina","Cavità marina/lacustre","Inquinamento","Cavità chiusa","Note di accesso alla cavità","Cavità distrutta","Posizione verificata sul campo da","Data ultima verifica sul campo","Idrologia","Andamento","Praticabilità interna","Gruppi speleo","Cronologia catastale","Note","Descrizione","Itinerario di accesso","Sequenza pozzi","Fauna","Meteorologia","Litologia ingresso","Storia","hidden","Note relative a questa versione della scheda","Foto ingresso","Autore foto","Autori testi descrizione","Autori testi Itinerario","Autori testi Fauna","Autori testi Storia","Data importazione","Utente che ha inserito i dati","Utente che ha aggiornato i dati","Ultima modifica dei dati","Limita la modifica del contenuto a questi gruppi","Dati pre-importazione","Latitudine","Longitudine","Coordnatesupdated","Recorddeleted","Nazione","Alias","lithology","Grotta turistica","Licenza foto ingresso","Cavità artificiali collegate","Attenzione","Sistema carsico","Complesso carsico" "1354","PI1579","","Trou de l'Enfer-4","POZZO DEL GUFO","","","PIEMONTE","TO","EXILLES","CREVASSE","","","EXILLES","","20","","","","10","10","UTM WGS84 32T","4996116","338248","UTM ED50","876","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","Altra profonda diaclasi orientata NNW/SSE, la cui percorrenza è problematica a causa della sua limitata larghezza, Anche questa cavità presenta pareti molto lisce e compatte e possibilità di prosecuzioni realizzando armi a differenti livelli. Al momento della visita, stazionava in prossimità dell'ingresso un bel gufo. La cavità era stata siglata col n° 5 tracciato con vernice rossa. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","Due chilometri oltre Chiomonte, sulla statale n° 24 del Monginevro, prima dell'attraversamento del viadotto sulla Dora, lasciare la statale e svoltare a sinistra. Raggiunto il ponte, oltre il quale la strada risale verso il forte di Exilles per ricongiungersi alla statale, mantenersi in riva orografica destra e, raggiunto uno spiazzo mediante una breve strada carrozzabile sterrata, lasciare l'auto e costeggiare il fiume inerpicandosi, dopo una zona di grandi massi, lungo tenui tracce che diventano però in breve un ben marcato sentiero che risale in diagonale il versante. Poco oltre la frana ed i primi affioramenti dolomitici, in corrispondenza di un ampio canalone, dove si aprono i Trou n° 1 e 2, si abbandona il sentiero spostandosi verso W. Il primo affioramento costituisce l'ingresso ostruito della 1576, il secondo ospita la 1632, mentre poco più avanti ed a quota più elevata si apre, alla base di una paretina, raggiungibile con qualche difficoltà in diagonale, la 1579. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","","Pimoa graphitica Mammola, Hormiga & Isaia, 2016","","Calcari dolomitici","","","","","","","","Enrico Lana","","2020-06-03 11:16:08","","enricolana","2021-01-24 22:48:38","w_caves","Numero:1579;Nome:Trou de l'Enfer-4;Regione:Piemonte;Provincia:TO;Comune:Exilles;Area carsica:Salbertrand - Chiomonte;Latitudine:338248;Longitudine:4996116;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):876;Sviluppo reale (m):20;Dislivello negativo (m):10;Dislivello totale (m):10;Note_:N.C.;","45.1000067","6.9441276","2020-06-17 11:05:19","","ITA","","","","","","","","" "1340","PI1565","","Trou de l'Enfer-1","","","","PIEMONTE","TO","EXILLES","CREVASSE","","","EXILLES","","50","","","1","11","12","UTM WGS84 32T","4996139","338308","UTM ED50","840","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","La grotta è relativamente complessa e vi si può accedere da due ingressi. Dal primo (cap 1) si scende un pozzetto apparentemente insidioso ma facilmente superabile in libera fino ad incrociare il ""condotto"" principale che si sviluppa in direzioni diametralmente opposte. Procedendo verso NNW si scende ancora quasi verticalmente per alcuni metri, dove raggiunta la massima profondità, il condotto si perde, in passaggi inagibili verso la superficie esterna. In corrispondenza del cap 2, superando un'insidiosa fessura, dalla quale esce una forte corrente d'aria gelida, si penetra in un basso condotto formatosi tra la solida parete occidentale e la frana. Anche il pavimento è costituito da massi incastrati e presenta vuoti sottostanti. Rischiosissimo sarebbe però ogni tentativo di disostruzione. Dal secondo ingresso (cap 19), anch'esso relativamente ampio, si accede ad un breve ramo ascendente, in collegamento però, tramite un piccolo salto verticale, con il cap. b0 del condotto sottostante. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","Due chilometri oltre Chiomonte, sulla statale n° 24 del Monginevro, prima dell'attraversamento del viadotto sulla Dora, lasciare la statale e svoltare a sinistra. Raggiunto il ponte, oltre il quale la strada risale verso il forte di Exilles per ricongiungersi alla statale, mantenersi in riva orografica destra e, raggiunto uno spiazzo mediante una breve strada carrozzabile sterrata, lasciare l'auto e costeggiare il fiume inerpicandosi, dopo una zona di grandi massi, lungo tenui tracce che diventano però in breve un ben marcato sentiero che risale in diagonale il versante. Poco oltre la frana ed i primi affioramenti dolomitici, in corrispondenza di un ampio canalone, si apre la cavità, poco a monte del sentiero. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","","Kryptonesticus eremita (Simon, 1879)","","Calcari dolomitici","","","","","","","","Enrico Lana","","2020-06-03 11:16:07","","enricolana","2021-01-24 22:42:50","w_caves","Numero:1565;Nome:Trou de l'Enfer-1;Regione:Piemonte;Provincia:TO;Comune:Exilles;Area carsica:Salbertrand - Chiomonte;Latitudine:338308;Longitudine:4996139;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):840;Sviluppo reale (m):50;Dislivello positivo (m):1;Dislivello negativo (m):11;Dislivello totale (m):12;Note_:N.C.;","45.1002273","6.9448823","2020-06-17 11:05:19","","ITA","","","","","","","","" "1407","PI1632","","Trou de l'Enfer 5","GROTTA PRESSO IL TROU DE L'ENFER","","","PIEMONTE","TO","EXILLES","CREVASSE","","","EXILLES","","20","","","","3","3","UTM WGS84 32T","4996136","338291","UTM ED50","860","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","Sull'incrocio di alcune fratture si è sviluppata una piccola cavità caratterizzata da una saletta relativamente ampia, con la parete nord totalmente coperta da una bella colata stalagmitica. Risulta siglata con il n°4 in vernice rossa. Il dubbio che si riferisse all'Enfer 4 permane, anche se è facilmente riconoscibile nel rilievo topografico pubblicato dal Gilibert nel 1960, mentre non si adatta alle dimensioni a catasto nel 1985. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","Due chilometri oltre Chiomonte, sulla statale n° 24 del Monginevro, prima dell'attraversamento del viadotto sulla Dora, lasciare la statale e svoltare a sinistra. Raggiunto il ponte, oltre il quale la strada risale verso il forte di Exilles per ricongiungersi alla statale, mantenersi in riva orografica destra e, raggiunto uno spiazzo iniziale mediante una breve strada carrozzabile sterrata, lasciare l'auto e costeggiare il fiume inerpicandosi, dopo una zona di grandi massi, lungo tenui tracce che diventano però in breve un ben marcato sentiero che risale in diagonale il versante. Poco oltre la frana ed i primi affioramenti dolomitici, in corrispondenza di un ampio canalone, dove si aprono i Trou n'° 1 e 2, si abbandona il sentiero spostandosi verso W. Il primo affioramento costituisce l'ingresso ostruito della 1576, il secondo ospita la 1632. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","","","","Calcari dolomitici","","","","","","","","","","2020-06-03 11:16:09","","maxtar65","2021-01-15 11:47:14","w_caves","Numero:1632;Nome:Trou de l'Enfer 5;Altra denominazione:Grotta presso il Trou d'l'Enfer;Regione:Piemonte;Provincia:TO;Comune:Exilles;Area carsica:Salbertrand - Chiomonte;Latitudine:338291;Longitudine:4996136;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):860;Sviluppo reale (m):20;Dislivello negativo (m):3;Dislivello totale (m):3;Note_:N.C.;","45.1001965","6.9446673","2020-06-17 11:05:21","","ITA","","","","","","","","" "1406","PI1631","","Tana delle Salamandre","","","","PIEMONTE","TO","EXILLES","CREVASSE","","","EXILLES","","8","","","0","","0","UTM WGS84 32T","4996090","338330","UTM ED50","903","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","Si tratta di una breve e bassa cavità che ospita alcune concrezioni e, soprattutto, una piccola sorgente che alimenta un laghetto. Deve il suo nome ad una nidiata di larve di salamandre presenti nel laghetto. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","Due chilometri oltre Chiomonte, sulla statale n° 24 del Monginevro, prima dell'attraversamento del viadotto sulla Dora, lasciare la statale e svoltare a sinistra. Raggiunto il ponte, oltre il quale la strada risale verso il forte di Exilles per ricongiungersi alla statale, raggiunto uno spiazzo iniziale mediante una breve strada carrozzabile sterrata, lasciare l'auto e costeggiare il fiume inerpicandosi, dopo una zona di grandi massi, lungo tenui tracce che diventano però in breve un ben marcato sentiero che risale in diagonale il versante. Poco oltre la frana ed i primi affioramenti dolomitici, si incontra un ampio canalone, che ospita le prime cavità. Risalire ulteriormente il sentiero fino ai ruderi di antiche costruzioni, indi attraversarli fino a portarsi pochi metri più a monte della fine del canalone. Si può così notare il basso ingresso. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","","","","Calcari dolomitici","","","","","","","","","","2020-06-03 11:16:09","","maxtar65","2021-01-15 11:43:06","w_caves","Numero:1631;Nome:Tana delle Salamandre;Regione:Piemonte;Provincia:TO;Comune:Exilles;Area carsica:Salbertrand - Chiomonte;Latitudine:338330;Longitudine:4996090;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):903;Sviluppo reale (m):8;Note_:N.C.;","45.0997916","6.9451776","2020-06-17 11:05:21","","ITA","","","","","","","","" "1342","PI1567","","Trou de l'Enfer-3","","","","PIEMONTE","TO","EXILLES","CREVASSE","","","EXILLES","","32","","","","","0","UTM WGS84 32T","4996114","338331","UTM ED50","870","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","Si tratta probabilmente del tratto terminale della cavità originaria. Una profonda diaclasi che penetra in profondità nel versante meridionale del monte, la cui integrità è da annoverare alla sua limitata larghezza. E' percorribile per una decina di metri, fino ad un accumulo di sassi incastrati tra le pareti molto lisce e compatte. Oltre tale punto, la frattura diventa molto difficilmente percorribile, con prospettive tali da scoraggiare la complessità dei necessari armi e degli indispensabili ampliamenti. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","Due chilometri oltre Chiomonte, sulla statale n° 24 del Monginevro, prima dell'attraversamento del viadotto sulla Dora, lasciare la statale e svoltare a sinistra. Raggiunto il ponte, oltre il quale la strada risale verso il forte di Exilles per ricongiungersi alla statale, mantenersi in riva orografica destra e, raggiunto uno spiazzo mediante una breve strada carrozzabile sterrata, lasciare l'auto e costeggiare il fiume inerpicandosi, dopo una zona di grandi massi, lungo tenui tracce che diventano però in breve un ben marcato sentiero che risale in diagonale il versante. Poco oltre la frana ed i primi affioramenti dolomitici, in corrispondenza di un ampio canalone, dove si aprono il Trou n° 1 e 2, risalire il canalone ed inerpicarsi sulla sinistra oltre l'ingresso del Trou n° 1 per circa trenta metri di quota fino ad affacciarsi nel vistoso ingresso a fessura. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","","","","Calcari dolomitici","","","","","","","","","","2020-06-03 11:16:07","","maxtar65","2021-01-15 11:36:59","w_caves","Numero:1567;Nome:Trou de l'Enfer-3;Regione:Piemonte;Provincia:TO;Comune:Exilles;Area carsica:Salbertrand - Chiomonte;Latitudine:338331;Longitudine:4996114;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):870;Sviluppo reale (m):32;Note_:N.C.;","45.1000077","6.9451825","2020-06-17 11:05:19","","ITA","","","","","","","","" "1341","PI1566","","Trou de l'Enfer-2","","","","PIEMONTE","TO","EXILLES","CREVASSE","","","EXILLES","","20","","","","10","10","UTM WGS84 32T","4996138","338303","UTM ED50","845","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","","Più breve e più ampia dell'Enfer 1, si sviluppa lungo una frattura orientata N/S accessibile dall'esterno in un punto pressoché mediano. Verso nord termina in una saletta in comunicazione con l'esterno tramite strette fessure potenzialmente disostruibili. Verso sud, superato il suddetto scivolo, si accede ad un breve tratto ampio, oltre il quale la frattura stringe e diventa inagibile. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","Due chilometri oltre Chiomonte, sulla statale n°24 del Monginevro, prima dell'attraversamento del viadotto sulla Dora, lasciare la statale e svoltare a sinistra. Raggiunto il ponte, oltre il quale la strada risale verso il forte di Exilles per ricongiungersi alla statale, mantenersi in riva orografica destra e, raggiunto uno spiazzo mediante una breve strada carrozzabile sterrata, lasciare l'auto e costeggiare il fiume inerpicandosi, dopo una zona di grandi massi, lungo tenui tracce che diventano però in breve un ben marcato sentiero che risale in diagonale il versante. Poco oltre la frana ed i primi affioramenti dolomitici, in corrispondenza di un ampio canalone, si apre la cavità, poco a monte del sentiero e del Trou n°1. Occorre risalire il canalone per una decina di metri fino a raggiungere l'ampio ingresso a pozzo. Questo, pur non essendo particolarmente profondo, richiedeva un armo. Al momento della visita, non avendo corde a disposizione, nel tentativo di superare il salto, si provocava casualmente il franamento di alcuni grossi massi (a riprova dell'instabilità della zona), trasformando il pozzetto in un facile scivolo. (tratto da: Panta Rei - Antologia 2001-2014)","","","","Calcari dolomitici","","","","","","","","","","2020-06-03 11:16:07","","maxtar65","2021-01-15 11:33:58","w_caves","Numero:1566;Nome:Trou de l'Enfer-2;Regione:Piemonte;Provincia:TO;Comune:Exilles;Area carsica:Salbertrand - Chiomonte;Latitudine:338303;Longitudine:4996138;Datum:UTM WGS84;Convertite da:UTM ED50;Quota altimetrica (m.slm):845;Sviluppo reale (m):20;Dislivello negativo (m):10;Dislivello totale (m):10;Note_:N.C.;","45.1002172","6.9448191","2020-06-17 11:05:19","","ITA","","","","","","","",""