"Id","Nome comune","Nome scientifico","Ordine","Famiglia","Descrizione","Immagine","Data inserimento","Data ultimo aggiornamento","Limita la visualizzazione del contenuto a questi gruppi","Inserita da","Classe","Genere","Aggiornata da","Immagine","Categoria","Phylum","Sinonimi","Autore foto","Autore foto","Limita la modifica del contenuto a questi gruppi","Autore","Grotte","Cavità artificiali","caves","codegenus","Ordine filogenetico" "121","","Eukoenenia bonadonai Condé, 1979","PALPIGRADI","EUKOENENIIDAE","Le specie appartenenti al genere Eukoenenia hanno piccole dimensioni (corpo lungo intorno ai 2 mm); posseggono un caratteristico e lungo flagello caudale munito di verticilli di setole con funzione tattile; sono anoftalmi (privi di occhi) e predano piccoli artropodi (in genere collemboli). Eukoenenia bonadonai Condé, 1979 è stata descritta di una grotta della Francia meridionale e in Piemonte è stata rinvenuta a partire dal 2003 in alcune grotte delle Alpi Marittime e Liguri.","euk_bonadonai.jpg","2020-12-28 09:25:10","2022-01-25 08:32:03","","enricolana","ARACHNIDA ","Eukoenenia","enricolana","","TROGLOBIO","ARTHROPODA ","","Enrico Lana","","w_fauna","Bruno Condé (1920-2004) ","PI121,PI122,PI1214","","","","416" "216","","Eukoenenia lanai Christian 2014","PALPIGRADI","EUKOENENIIDAE","Le specie appartenenti al genere Eukoenenia hanno piccole dimensioni (corpo lungo intorno ai 2 mm); posseggono un caratteristico e lungo flagello caudale munito di verticilli di setole con funzione tattile; sono anoftalmi (privi di occhi) e predano piccoli artropodi (in genere collemboli). Eukoenenia lanai Christian 2014 è presente in alta Valle Stura di Demonte.","Eukoenenia_lanai.jpg","2021-01-16 10:59:27","2022-01-25 08:35:33","","enricolana","ARACHNIDA ","Eukoenenia ","enricolana","","TROGLOBIO","ARTHROPODA ","","Enrico Lana","","w_fauna","Erhard Christian (Vienna) ","","","","","414" "215","","Eukoenenia roscia Christian, 2014","PALPIGRADI","EUKOENENIIDAE","Le specie appartenenti al genere Eukoenenia hanno piccole dimensioni (corpo lungo intorno ai 2 mm); posseggono un caratteristico e lungo flagello caudale munito di verticilli di setole con funzione tattile; sono anoftalmi (privi di occhi) e predano piccoli artropodi (in genere collemboli). Eukoenenia roscia Christian, 2014 è presente in bassa Valle Varaita.","Eukoenenia_roscia.jpg","2021-01-16 10:39:19","2022-01-25 08:36:34","","enricolana","ARACHNIDA ","Eukoenenia ","enricolana","","TROGLOBIO","ARTHROPODA ","","Enrico Lana","","w_fauna","Erhard Christian (Vienna) ","","","","","412" "67","","Eukoenenia spelaea (Peyerimhoff, 1902)","PALPIGRADI","EUKOENENIIDAE","Le specie appartenenti al genere Eukoenenia hanno piccole dimensioni (corpo lungo intorno ai 2 mm); posseggono un caratteristico e lungo flagello caudale munito di verticilli di setole con funzione tattile; sono anoftalmi (privi di occhi) e predano piccoli artropodi (in genere collemboli). Eukoenenia spelaea (Peyerimhoff, 1902) venne descritta all'inizio del secolo scorso di due grotte a nord di Digne-les-Bains in Provenza (Francia) e fu il primo palpigrado descritto in ambiente sotterraneo.In Piemonte la prima citazione di Eukoenenia venne dubitativamente attribuita a E. spelaea da Brignoli (1976), anche perché l'esemplare era rovinato e incompleto (raccolto da Augusto Vigna Taglianti nel 1959 nella Grotta occidentale del Bandito, PI1003). In Lana (2001) e nel sito correlato, la Grotta del Bandito viene citata erroneamente come località tipica (locus typicus) di E. spelaea per una errata interpretazione di Brignoli (1976). I primi esemplari certi di E. spelaea in Piemonte sono stati trovati da E. Lana nella Grotta del Partigiano (PI1315) in Valle Maira nel 2011 e 2012 (Christian et al., 2014). Bibliografia: BRIGNOLI P. M., 1976 - Su di un Palpigrado di una grotta piemontese. Fragmenta entomologica, 12: 63-67. CHRISTIAN E., ISAIA M., PASCHETTA M., BRUCKNER A., 2014 - Differentiation among cave populations of the Eukoenenia spelaea species-complex (Arachnida: Palpigradi) in the southwestern Alps. Zootaxa 3794 (1): 52-86. LANA E., 2001 - Biospeleologia del Piemonte. Atlante fotografico sistematico. Associazione Gruppi Speleologici Piemontesi, Regione Piemonte, Ed. “La Grafica Nuova”, Torino: V+264 pp. ","Eukoenenia spelaea.jpg","2020-11-25 06:16:27","2022-01-25 08:38:32","","enricolana","ARACHNIDA ","Eukoenenia","enricolana","","TROGLOBIO","ARTHROPODA ","","Enrico Lana","","w_fauna","Paul-Marie de Peyerimhoff de Fontenelle (1873-1957) ","","","","","410" "122","","Eukoenenia strinatii Condé, 1977","PALPIGRADI","EUKOENENIIDAE","Le specie appartenenti al genere Eukoenenia hanno piccole dimensioni (corpo lungo intorno ai 2 mm); posseggono un caratteristico e lungo flagello caudale munito di verticilli di setole con funzione tattile; sono anoftalmi (privi di occhi) e predano piccoli artropodi (in genere collemboli). Eukoenenia strinatii Condé, 1977 è stata descritta su un solo individuo della Grotta di Bossea (PI108) più di 40 anni fa e considerata rarissima fino al 2009. Da allora ne abbiamo trovati molte decine di esemplari e nuove stazioni in grotte delle Alpi Liguri (valli Ellero, Mongia e Tanaro).","euk_strinatii_1.jpg","2020-12-28 09:32:32","2022-01-25 08:37:29","","enricolana","ARACHNIDA ","Eukoenenia","enricolana","euk_strinatii_2.jpg","TROGLOBIO","ARTHROPODA ","","Enrico Lana","Valentina Balestra","w_fauna","Bruno Condé (1920-2004)","","","","","408"