Sistema dei Galliani

Sviluppo reale
5108
Dislivello totale
290
Descrizione
Il sistema dei Galliani si posiziona sullo spartiacque tra la Val Casotto e la Valle del Roburentello ed è raggiungibile dalla frazione di Serra di Pamparato, seguendo una carrareccia che, passando sopra case Cattini, conduce a Torre Mondovì. Il carsismo qui è di tipo coperto, con ampie doline e scarsi affioramenti rocciosi. Del sistema sono noti una buona parte della zona di assorbimento ed un tratto significativo del collettore, grazie all'esplorazione delle due principali cavità: la Tana dell'Orso e la Tana delle Turbiglie. La Tana delle Turbiglie (quota 983 m) rappresenta presumibilmente l'estremità orientale del sistema drenante. Le acque raccolte nella grotta confluiscono, tramite un tratto sifonante per ora inesplorato, nel sifone posto a monte del collettore principale della vicina Tana dell'Orso. In questa cavità si può seguire il collettore per quasi 700 m, lungo una splendida forra, in cui confluiscono diversi affluenti più o meno attivi ed intorno alla quale sono stati esplorati notevoli ambienti fossili. Dal sifone a valle, circa un chilometro di zona sconosciuta separa la Tana dell'Orso dalla Grotta dei Galliani o Tana delle Fontanelle (sviluppo di circa 200 m), grotticella di risorgenza, a quota 785 m.
Le due grotte principali si aprono nei calcari dolomitici appartenenti alla Zona Piemontese. In entrambe si riconoscono fratture con orientazioni preferenziali, circa NW-SE, visibili anche all'esterno. A queste si associano altri due sistemi minori più difficilmente riconoscibili, orientati N-S e NE-SW. La genesi delle due cavità è dovuta a fattori strutturali essenzialmente differenti. L'origine delle Turbiglie è legata a sistemi di fratturazione essenzialmente verticali, mentre la Tana dell'Orso ha come elemento speleogenetico essenziale, almeno nella parte iniziale del vecchio ingresso, una discontinuità planare, inclinata di circa 45° verso W-SW. La morfologia è caratteristica: si presenta, infatti, come un condotto, fortemente inclinato, più o meno modificato dalla successiva azione chimico-fisica dell'acqua.
Data inserimento
2020-06-24 11:42:28
Data ultimo aggiornamento
2020-12-31 12:07:47

Tracciamenti effettuati in questo sistema:

Domenica 01 Gennaio 1967 Sistema dei GallianiVisualizza
Martedì 01 Agosto 1972 Sistema dei GallianiVisualizza

Grotte conosciute in questo sistema: 3


PI114 Tana del Forno wgs84: 44.295548N 7.9064394E Q.1045
PI111 Tana delle Fontanelle wgs84: 44.2936611N 7.8909563E Q.1125
PI115 Tana delle Turbiglie wgs84: 44.2941818N 7.9076179E Q.983
Sviluppo reale complesso: 5108 m. (calcolato sommando lo sviluppo reale delle cavità)
Dislivello totale complesso: 290 m.
Profondità calcolata dall'ingresso più alto al punto più profondo: 284 m.

Gli ingressi sono disposti in un area di 0.19 km x 1.33 km.

Le grotte si sviluppano da quota 841 m s.l.m. fino alla quota di 1131 m s.l.m. L'ingresso più alto (Tana delle Fontanelle) si apre a quota 1125 m s.l.m.il più basso (Tana delle Turbiglie) a quota 983 m s.l.m. .


Scarica scheda per l'aggiornamento